A caccia di galassie (seconda parte)

(trovate qui la prima parte)

Stabilito che per osservare il “cielo profondo” bisogna spostarsi occorre però decidere quanto. Questo è un criterio soggettivo, dipende innanzitutto dalla possibilità che si ha di spostarsi, poi dal tipo di risultati che si aspira ad ottenere. Cercherò di rendere più chiaro il concetto utilizzando delle immagini di una coppia di galassie visibili nel cielo invernale: l’oggetto denominato M51.

Questo è quanto ci si può verosimilmente aspettare da un cielo “suburbano”, quello che nella mappa del precedente post era indicato in colore giallo. La galassia si intravede a fatica proiettata su un fondo cielo lattiginoso. Una visione di questo tipo, dopo un po’, trasmette solo tristezza.

Questo invece è lo stesso oggetto osservato da un cielo di classe “verde”, ed è più o meno quello che si riesce ad ottenere allontanandosi da Roma di un centinaio di km (nelle direzioni giuste). L’osservazione inizia già ad essere soddisfacente.

Questo è quello che arriva a mostrare un cielo di classe “blu/nero”, ovvero quel cielo che in Italia non esiste quasi più, nemmeno in cima alle montagne. Il cielo che avevo trovato l’estate scorsa in Corsica (dopo un intero giorno di viaggio tra auto e traghetto) e che consideravo nuovamente irraggiungibile. Questo fino allo scorso weekend.

Nell’estremo lembo sud della Toscana, in provincia di Grosseto, le mappe di Cinzano mostrano un’area ancora blu ad est del parco dell’Uccellina, estesa fin quasi al monte Amiata. Ma quanto possono risultare ancora valide a dieci anni di distanza?

Facciamo un passo indietro. Nell’estate del 2010 ho partecipato allo starparty del forum Coelestis sul monte Labro, presso Arcidosso. Nonostante le mie aspettative (l’occasione annuale di incontro di astrofili esperti provenienti da tutta Italia) il cielo si è rivelato abbastanza mediocre, del tutto analogo a quello dei siti da me abitualmente frequentati.

Ad un esame puntuale la zona osservativa risultava ai bordi dell’area verde delle mappe di Cinzano e, almeno secondo me, ancora troppo vicina ad Arcidosso, ben all’interno della “bolla” di IL prodotta dal paese. In ogni caso la compagnia si è rivelata ottima, il cielo lo abbiamo osservato ugualmente, io ho avuto l’occasione di buttare l’occhio in un mastodontico dobson da 65cm ed insomma lo starparty me lo sono goduto lo stesso.

Ma il tarlo sulla qualità del cielo mi è rimasto. In particolare a mettermi in moto è stato un episodio verificatosi nella “pausa diurna” del weekend. Su proposta di uno degli animatori del forum ci siamo mossi in macchina alla ricerca di un ristorante “sperimentato” nelle precedenti edizioni, muovendoci in direzione di Scansano.

Gira che ti rigira dopo un po’ ci siamo resi conto che il proponente non si ricordava più dove fosse questo ristorante, e dopo buoni tre quarti d’ora a girare a vuoto, con gli stomaci che cominciavano a brontolare, abbiamo imboccato la direzione di un agriturismo sulla cui insegna campeggiavano coltello e forchetta.

Il luogo è risultato ameno ed ospitale, la cucina ottima, ed anche panoramicamente ben piazzato. Il pensiero di tutti è stato: “chissà com’è il cielo qui di notte…” , come punto di appoggio logistico essendo apparentemente ottimale.

Tornato a casa ho verificato la posizione del posto, riscontrandolo giusto al centro della famigerata zona blu, con una direzione osservativa ottimale rivolta verso sud. Restava solo da verificare di persona la reale qualità del cielo. Cosa che tra impegni e meteo ostile ho potuto effettuare solo lo scorso weekend.

(continua)

Annunci

3 thoughts on “A caccia di galassie (seconda parte)

  1. Pingback: Diario di un ritorno alle stelle | Mammifero Bipede

  2. Pingback: A caccia di galassie (prima parte) | Mammifero Bipede

  3. Pingback: A caccia di galassie (terza parte) | Mammifero Bipede

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...