Mi scuso

Mi scuso con i frequentatori di questo blog per non essere riuscito ad inserire nulla da ormai troppo tempo. Può sembrare una sciocchezza, ma per me non lo è. Mantenere vivo un blog è un impegno anche e soprattutto nei confronti di chi lo legge. Mantenere viva una presenza è importante non solo per chi ci scrive.

Mi scuso anche perché questo post non rapprensenta quello che avrei voluto inserire. negli ultimi dieci giorni non ho avuto grandi "illuminazioni filosofiche", non ho vissuto esperienze indimenticabili, né particolarmente dense di pregnanti significati, solo la normale quotidianità fatta di lavoro, pasti, frequentazione di spazi di discussione on-line e meritato riposo.

Molto tempo ed attenzione mi sono stati portati via dalla nascita di un nuovo forum sulla mobilità ciclabile urbana, argomento che mi sta a cuore da anni ma non ha fin qui trovato una forma di espressione capace di incidere veramente sulle politiche cittadine.

Su questo blog avrei voluto scrivere di molte cose, ma nessuna in grado di dar vita ad una riflessione di ampio respiro. Avrei voluto scrivere di come invecchiano in fretta e drammaticamente i films di fantascienza di soli pochi anni addietro, di come è cambiata la vita di un appassionato di astronomia nell’era di internet, di come la società si imbarbarisce giorno dopo giorno, di quanto si assomiglino, tolte le apparenze superficiali, i signori della guerra talebani e gli amministratori di società che smaltiscono i rifiuti tossici ai danni delle popolazioni.

Avrei voluto ma non ci sono riuscito, e non so quando (e se) questa impasse si sbloccherà. Mi spiace.

Annunci

5 thoughts on “Mi scuso

  1. penso che posso accettare le tue scuse.

    A proposito di film di fantascienza invecchiati, quest’estate mi sn rivista la serie classica di stark trek, con tanto di pop corn stile cinema e ho coinvolto anche mia figlia, tanto è abbastanza ingenuo.
    Invecchiato sì, ho avuto questa sensazione, ma sempre coinvolgenti!

  2. E’ successo (a proposito di roba che invecchia male) lo stesso a me con Twin Peaks. Ne ho rivisto di recente la prima puntata e poi in preda all’orrore ho lasciato perdere. Non volevo rovinarmi il bel ricordo.
    Di recente poi è successo con Belfagor (la serie tv degli anni ’60): sono troppo giovane per averla vista ma Tic me l’aveva decantata. Mi è parsa abbastanza un’idiozia (non per effetti speciali ma la trama e luoghi comuni abusatissimi: il tizio che pare aver scoperto il mistero ma dice all’altro "Non chiedermi niente di quello che è successo, non lo saprei spiegare" tanto per far durare altre due puntate) e anche Tic ha ammesso che in effetti il tutto era invecchiato malissimo.
    Per cui l’argomento è appassionante ed esigiamo che se ne parli, altrimenti andrò a raccontare a Mattino 5 dei tuoi comportamenti stravaganti quando esci la sera a guardare le stelle.
    Yod

  3. Che la fantascienza invecchi è inevitabile.
    Si sa: "il futuro non è più quello di una volta".

    Ma ne discuteremo più in là, adesso ho di che scrivere riguardo due cose successe nel giro di meno di ventiquattr’ore.
    (della prima, per la verità, ho già scritto)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...