Buone feste a tutti

Insomma, è di nuovo Natale. Uno dice: "vabbé, ma lo sapevi, c’era da aspettarselo", eppure di questi tempi siamo tutti talmente impegnati ed indaffarati, anche e soprattutto per organizzare regali e festeggiamenti, che la consapevolezza può anche non arrivare. E difatti, a metà del 24 dicembre, il tempo di fermarsi un attimo, ed è Natale.

Natale è una festa per certi versi "politically uncorrect". Per i pagani era la rinascita del sole (dopo il solstizio le giornate si allungano), festa successivamente "scippata" dai cristiani, che invece festeggiano la nascita del redentore. Per gli ebrei è Chanukkà, la festa delle luci, ma per molti altri, direi interi popoli, è solo un giorno come tanti. Per l’occidente "neopagano" è ormai la festa dei consumi (ognuno/a santifica quello in cui crede…).

Personalmente trovo giusto che almeno una volta l’anno ci sia una festa dedicata alla bontà, non foss’altro per ricordarci quanto poco buoni siamo per il resto dell’anno. Per cui auguro buone feste a tutti, e lo stesso da Manu. Auguri!

Annunci

6 thoughts on “Buone feste a tutti

  1. Sono le 18 del 24 dicembre, tra un po’ vado a preparare la mia tradizionale cena della vigilia e avrò un po’ di gente a casa. Siccome me ne vo a Parigi dal 27 al 3 e quindi non potrò farvi gli auguri di Buon Anno, provvedo ora.
    A voi, una frase che amo molto.

    «Io non sono molto bravo con le parole, Maika, Tania ti ha descritto cosa si prova a governare l’Arcadia molto meglio di quanto sarei mai riuscito a fare io, ed è anche per questo che mi è sempre stato difficile farmi capire. Per cui quello che voglio dire te lo dirò in breve: nel momento in cui l’Arcadia stringe la bolina, io e tua madre ci sospendiamo; nel momento in cui troviamo il nostro perfetto bilanciamento, siamo tra l’acqua e il vento ma siamo anche acqua e vento, è come se le due cose si fossero fuse e fossimo noi il fulcro di tutto. Siamo sospesi, siamo in equilibrio, siamo vento e siamo mare. Tutto qui, Maika.»

    Il mio augurio per voi: di essere sempre sospesi, sempre in equilibrio, di essere vento e di essere mare.
    E anche naturalmente di essere sempre di bolina, mai di gran lasco.
    Felice di avervi conosciuto.

    Yod

  2. Dai, oggi poche parole, ma vere: un augurio di pace nel cuore e di capacità di saper aprire le menti e le orecchie all’ascolto degli altri. Io me lo sono posto come obiettivo per l’anno nuovo: aprirmi all’ascolto e all’accettazione degli altri. Lo so, è un po’ dura, ma ci provo.
    E poi grazie per questo piccolo porto di riflessione nel caos del web.
    Auguri a te e a Manu
    magociclo

  3. Che gli scippati e calunniati Saturno, l’ Invitto Sole e, finalmente, Giano possano ascoltare e accogliere sia pur per parte lieve il nobil lume del pedalatore urbano.

    Un paganissimo abbraccio di speranza.

    AVe caiofabricius VALE

    Vale Vale PetrusFranciscus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...