Un anno fa


Oggi il Forum Cicloappuntamenti compie un anno di vita, e direi che abbiamo di che festeggiare. Come piccolo contributo alla prossima “festa di compleanno” proverò a raccontare la storia di questo “parto”, visto che forse sono l’unico in grado di farlo. Circa un anno fa (parliamo della fine del 2007) diversi processi interni al mondo cicloescursionista/cicloambientalista romano stavano giungendo a maturazione. I dissensi interni all’Associazione Ruotalibera avevano prodotto la proposizione, in sede di Assemblea annuale, di un nuovo Consiglio Direttivo “blindato”, ovvero da approvarsi con la formula “o tutti, o nessuno”. Questo aveva causato scontento e risentimento in diversi soci, che si sentivano non più rappresentati e tagliati fuori dalle fasi decisionali.Rispetto a queste dinamiche mi ero tirato fuori molto tempo prima, ma con sei anni di presidenza di RL alle spalle, ed il palesato dissenso nei confronti di diverse scelte dei membri dei passati CD, continuavo senza volerlo a catalizzare le aspettative di numerosi ciclisti scontenti della perdurante situazione.

Un mio tentativo di “cambiare le carte in tavola”, risalente all’anno prima, era già penosamente naufragato nell’indifferenza generale. Stanco della rigida sacralità del “Calendario annuale” volevo provare ad usare il sito dell’associazione per consentire agli associati di proporre iniziative estemporanee. La cosa non destò alcuna attenzione. Non fu compresa, o non la si volle comprendere.

Contemporaneamente altre realtà molto poco strutturate iniziavano a muovere i primi passi. Frammenti di Critical Mass, aggregati dall’esperienza del Ciclopicnic, stavano cominciando esperimenti cicloturistici abbastanza improvvisati, e le estemporanee uscite su strada dei partecipanti al blog Romapedala avevano da poco dato vita alla “Lokomotiv Ciclonauti“.

In questo contesto, reduci dal tour de force “matrimonio+viaggio di nozze”  io e Manu avevamo organizzato un weekend sul lago Trasimeno, coinvolgendo diversi “Ciclopicnickers”. Sentivo che esistevano aspettative ed esigenze per dar vita a qualcosa di nuovo, ma ancora non avrei saputo dire cosa.

Il problema, per me, era cercare di evitare gli errori del passato, anche a costo di farne di nuovi. Non volevo mettere in piedi una nuova associazione, perché sarebbe stata una sorta di “Ruotalibera2”, ed avrebbe riprodotto col tempo le stesse dinamiche della prima. Non volevo che questa “nuova cosa” nascesse grazie ad un Blog, perché l’esperienza di RomaPedala si era rivelata parimenti limitativa e frustrante. Non volevo basarmi semplicemente su una mailing list, come quella del Ciclopicnic, perché non la consideravo sufficientemente aperta e “visibile” all’esterno.

Su queste basi convocai un po’ di amici ad una riunione di discussione, che si tenne presso la sede dei Ciclonauti e vide la partecipazione di alcuni ciclopicnickers e di un po’ di “scontenti” di Ruotalibera. L’idea sulla quale iniziammo a lavorare era di abbattere le barriere tra gli iscritti alle diverse associazioni, che per abitudine o diffidenza finivano col formare tante piccole “sacche” poco aperte al confronto ed al dialogo.

La prima cosa che nacque da quell’incontro fu l’attuale BiciCalendario, che vide la luce come “Calendario CicloAppuntamenti“. Pensavo di suscitare interesse nei ciclisti romani partendo dal fatto che vi avrebbero trovato tutte le iniziative della propria associazione più quelle di tutte le altre. Da qui ad inserire le attività di piccoli gruppi, decise anche con breve anticipo, il passo era breve.

In realtà, va detto, fu proprio Manu a farmi notare il limite di quella soluzione. “Non è abbastanza interattivo”, mi disse, o qualcosa del genere. In effetti bisognava mettere in grado i partecipanti di comunicare tra loro, per creare uno scambio interpersonale, e di conseguenza una coesione, capaci di dar vita ad iniziative di lungo respiro.

Ci pensai un po’ su, quindi decisi di affidarmi ad uno strumento che non avevo mai usato, e di cui non sapevo quasi nulla: il Forum. Un amico ciclista mi indirizzò sulla piattaforma di ForumFree, e nacque così il “Forum CicloAppuntamenti“. Qui trovate il mio primo messaggio. Ma non tutte le ciambelle riescono col buco.

Di fatto la maggior parte dei neo iscritti ed iscritte a CicloAppuntamenti si persero poco tempo dopo, per disabitudine allo strumento forum, per problemi personali, perché in qualche caso il loro gruppo di riferimento (p.e. i Ciclopicnickers) in quella fase finì col preferire di rimanerne fuori.

Snobbato dalle associazioni, ritenuto (per non so bene quale ragione) in conflitto con RomaPedala e le sue finalità, il neonato Forum rischiava di non avere alcuna visibilità nel panorama ciclistico romano, e di morire d’inedia. È stato il momento peggiore.

A salvare la situazione intervenne un’uscita in mountain bike al monte Guadagnolo, in cui feci la conoscenza di Zorro e Filippo, oltreché di diversi altri soci di Pedalando. I miei ragionamenti sulla possibilità di effettuare escursioni completamente svincolate da tessere, calendari, gerarchie ed obblighi associativi si incontrarono con il montante scontento nei confronti della deriva agonistica di quell’associazione, regalando a questo Forum due delle sue prime colonne portanti.

Il resto è storia, una storia che chiunque lo desideri può consultare direttamente dalle pagine di CicloAppuntamenti. Una storia scritta non dai pochi, ma da tutti quelli che hanno voluto farne parte, ognuno/a a modo suo, con la propria ricchezza e sensibilità. E sono contento che questo Forum riesca ancora ad incarnare il massimo dell’orizzontalità.

Ognuno/a può proporre quello che vuole, e nessuno/a gli/le dirà mai cosa deve e/o non deve fare. Non abbiamo regole se non quelle che ci diamo noi stessi, e che desideriamo condividere con gli altri. Siamo senza governo, e ci governiamo da soli. A me questo sembra fantastico, e sono felice di aver contribuito a farlo nascere.

Buon compleanno, Cicloappuntamenti!

Annunci

4 thoughts on “Un anno fa

  1. … taaanti auguri cicloappuntamentiiiii, tanti auuuuguri a te!
    Ogni tanto ci faccio un salto adare una sbirciata, prima o poi riuscirò aad accodarmi a qualche uscita.

    Mamaa

  2. Urca che onore!
    L’idea mi piace tantissimo, per me ci sarà da risolvere qualche problemuccio di tempi e luoghi (ahhh la difficile vita di una ciclo-mamma-moglie-impiegata!!), ma vorrei proprio riuscire a partecipare e magari organizzare qualcosa anche dalle mie parti per coinvolgere i bambini del mio quartiere che avrebbero tante possibilità in quanto a spazi per pedalare, ma che per mancanza di momenti di aggregazione non riescono ad organizzarsi.
    Ci aggiorniamo appena le giornate si allungano!!

    Mamaa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...