Il lungo sonno della volontà

In questo periodo dell’anno mi sento meno reattivo del solito, e ugualmente scopro meno reattive le persone intorno a me. La sensazione è che, come alcune specie animali vanno in letargo, così gli esseri umani, in inverno, cambino le proprie azioni ed abitudini.

Il freddo è fastidioso, invita a stare al chiuso, si va meno in giro e si frequenta meno gente. Questo si riflette anche, più in generale, nella volontà di fare: si propone meno, ed ancor meno si partecipa. Eppure, ed i contadini lo sanno bene, l’inverno è il tempo della semina, in modo da avere poi il raccolto in estate.

La mia "semina" di quest’anno sono il Forum dei Cicloappuntamenti, non ancora "sbocciato" e dal futuro incerto, ed il progetto CicloKidz, acclamato da molti ma frequentato ancora da pochi. Sulla carta sembrano buone idee, ma niente è indipendente dal contesto, e queste fredde giornate invernali non sono certo il periodo migliore per valutarne le potenzialità di riuscita.

Magari è solo la mia fretta di vivere e fare, ma credo mai come quest’anno ho atteso la fine dell’inverno e l’arrivo delle prime giornate tiepide.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...