Letture degli ultimi mesi

Sebbene non sia riuscito a trovare l’occasione per darne conto su questo blog (nonostante da parecchio mi ripromettessi di farlo), negli ultimi mesi ho trovato sufficienti ritagli di tempo per leggere un po’ di arretrati. Di questi cinque volumi solo un paio li ho scelti io, altrettanti mi sono stati regalati ed uno prestato.


Image Hosted by ImageShack.us Patrick O’Brian – Clandestina a bordo
Regalatomi per il compleanno del 2006 (eh, lo so, i tempi di "smaltimento" degli arretrati, volenti o nolenti, questi sono…) fa parte del ciclo da cui è stato tratto il film "Master and Commander" di Peter Weir e racconta le avventure di un vascello e del suo comandante nell’epoca a cavallo tra la fine del’700 e i primi dell’800. Se si chiude un occhio sull’evidente folle innamoramento dello scrittore per l’epoca di cui narra, il romanzo riesce a restituire abbastanza fedelmente in’idea del mondo che precedette l’avvento delle macchine a motore, un mondo sconfinato come l’oceano Pacifico in cui la vicenda si svolge. Leggerlo mi ha restituito in parte le sensazioni che provai da ragazzo, leggendo i romanzi di Salgari, ma stavolta in una chiave più adulta.


Image Hosted by ImageShack.usIain M. Banks – Inversioni
Banks, invece, si conferma un grande scrittore (suo il ciclo di romanzi ambientati nell’universo della "Cultura", una delle poche cose veramente pregevoli ed ispirate che la fantascienza abbia prodotto negli ultimi anni). Pur passando dall’hard SF ad una storia ibrida, ambientata su un mondo lontano che ha raggiunto il livello di sviluppo dell’Europa nel ‘400/’500, la storia risulta avvincente, ed i colpi di scena, che di volta in volta sbloccano situazioni critiche, mascherano l’ipertecnologia già descritta nei precedenti romanzi da magia. Due protagonisti, provenienti a quanto si apprende con un po’ di intuito da una civiltà molto più avanzata, provano a dare il loro contributo all’avanzamento culturale e sociale di quel mondo senza svelare la propria provenienza, finendo a misurarsi con le sconfinate bassezze dell’animo umano in un gioco di specchi e rimandi fino al doppio drammatico finale. Una storia dedicata anche e soprattutto ai non appassionati del genere, forte, coinvolgente e tutt’altro che scontata.


Image Hosted by ImageShack.usDino Buzzati – Il deserto dei Tartari
Su questo libro sono stati versati fiumi di inchiostro, ed è molto difficile aggiungere altro. Tutti abbiamo sperimentato, nel corso della nostra vita, situazioni che si possono ricondurre al "deserto" di Buzzati. Tutti, prima o poi, abbiamo finito col rinchiuderci in una "Fortezza" lasciando passare, mesi, anni, occasioni. Un libro che ha la rara capacità di proiettare, nelle sue astrazioni e metafore, ombre nettissime nella vita di chiunque. Doloroso ed indimenticabile.


Image Hosted by ImageShack.usSebastiano Vassalli – 3012
Questo anomalo romanzo italiano mi è stato prestato alcuni mesi fa. Narra la bizzarra ricostruzione della vita di un personaggio della fine del terzo millennio, curata dai suoi discepoli nell’epoca subito successiva. Vassalli rilegge in chiave surreale e fantapolitica alcune delle tendenze attuali della società dei consumi, finendo col raccontare un mondo grottesco ed inquietante nel preciso intento di suggerire quanto grottesco ed inquietante sia già, del suo, quello attuale. Più che una vera storia un esercizio di stile, tuttavia non privo di idee e spunti originali, pur pervasi da un pessimismo di fondo.


Image Hosted by ImageShack.usMichael Crichton – Next
Questo è un regalo fresco, di pochi mesi fa. Probabilmente non avrei mai letto Crichton se altri non avessero pensato di farmene dono, più che altro per una certa riluttanza ad accostarmi a scrittori di grande successo (ad esclusione, ovviamente, di Stephen King). In realtà Next è un qualcosa a metà strada tra un racconto di fantascienza ed un saggio sulle nuove frontiere delle biotecnologie, molto americano nello stile di scrittura ma anche bizzarramente slegato nelle varie vicende che si susseguono. Un accavallarsi di storie curiose e situazioni paradossali che si interrogano sulle possibilità che la conoscenza e la padronanza delle tecniche di manipolazione genetica potrebbero aprirci nei prossimi anni. Per i miei gusti un po’ troppo hollywoodiano nello stile (chi se li ricorda i mitici "Clash", che si giocarono successo e carriera cantando un sentito ed onestissimo: "I’m so bored with the U.S.A."?), ma a suo modo intrigante ed intellettualmente stimolante.

Annunci

2 thoughts on “Letture degli ultimi mesi

  1. beh, sei decisamente pronto per immergerti in anobii.com (il sito dove un amante della lettura può perdere eternità registrando le proprie letture, curiosando tra quelle degli altri, scambiandosi giudizi e pregiudizi e visite alle reciproche librerie)

    d

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...