L'era della Confusione

Oggi ho deciso che viviamo in un tempo di mezzo, un "Evo Confuso", che inizia probabilmente con l’avvento della radio, poco meno di un secolo fa. La radio, che poco tempo dopo diventa televisione, e oggi internet. Certo, i media sono molto diversi tra loro, ma mi interessa focalizzare il ragionamento su un punto comune: tutti consentono di entrare in relazione, il più delle volte passiva, con mondi, persone e saperi astratti e formalmente intangibili.

Di fatto un processo di "virtualizzazione dell’esperienza" (iniziato con la nascita della scrittura e successivamente accelerato dall’invenzione della stampa, dei caratteri mobili, del cinema, eccetera) che appare ormai ben avviato a percorrere il suo passo finale: la virtualizzazione della realtà stessa. Accade tuttavia che noi esseri reali, in carne ed ossa, tutta questa virtualizzazione dell’esistere finiamo col vivercela male, e col cercare degli antidoti. Purtroppo spesso viziati dallo stesso "peccato originale".

Una delle soluzioni che va per la maggiore consiste nel guardare all’indietro, ad un mondo bucolico ed idilliaco che per molti "non esiste più", ma che molto più probabilmente non è neppure mai esistito. Ricercare la saggezza e l’equilibrio nelle opere e nel pensiero dei grandi del passato riproduce di fatto, pari pari, quel meccanismo di "virtualizzazione dell’esperienza" alla base del nostro senso di frustrazione. In realtà non è tanto sbagliata l’idea di riappropriarsi del mondo, quanto di farlo partendo da un sapere di seconda mano, e basarsi solo su quello senza metterlo in discussione criticamente.

Uno dei risultati più deleteri è la contrapposizione che si instaura tra scienza e filosofia, laddove la scienza altro non è che una branca della filosofia… Si esaltano i grandi filosofi pre-galileiani senza domandarsi come si sarebbero posti in un contesto di conoscenza diverso. Di certo deve apparire molto più semplice demonizzare la scienza che darsi pena di comprenderla, come pure far ricadere su di essa la responsabilità di tutte le problematiche politiche e sociali del nostro tempo, quando è invece per me evidente che alla base di queste ultime c’è in genere solo l’egoismo umano, che produce scelte criminali.

Se infatti non partiamo dall’assunto che l’unico modo di ottenere una quantità di informazione tale da garantirci un vantaggio significativo in questo tipo di cultura e società consiste nell’averla “di seconda mano”, astratta, filtrata e poco meditata, rischiamo di sposare tesi sì diverse, ma altrettanto astratte, filtrate e poco meditate.

Apparentemente non sembra esserci una soluzione semplice e facilmente percorribile, tantomeno dare ascolto ai tanti sedicenti "guru" che popolano internet con le loro elucubrazioni. A partire dal sottoscritto.

Annunci

3 thoughts on “L'era della Confusione

  1. Mamma mia quanta carne al fuoco che hai messo!
    Post da leggere e rileggere varie volte.
    Sono ovviamente d’accordo in toto, soprattutto sulla demonizzazione dello “strumento” (internet) rispetto al “contenuto” (chi scrive).

  2. Scusa, ma oggi ero un po’ in vena di “mattonate”, saranno un po’ i discorsi affrontati negli ultimi giorni…
    E’ che mi sono reso conto che ormai “dipendiamo” dalla conoscenza “imparata” in maniera pressoché assoluta, e questo ci aliena. Solo che non vedo vie d’uscita se non quella di ricercare un equilibrio che per sua natura non può che essere precario, oltreché diverso per ognuno/a, mentre invece ancora tanti pensano che esista “la soluzione”, e si arrovellano inutilmente per trovarla.

    Comunque la cosa più sensata l’ho scritta nell’ultima riga. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...