Note a margine di una riunione estenuante

Ieri sera ho partecipato ad una riunione del Coordinamento Roma Ciclabile, struttura nata dall’esigenza, manifestata dalle diverse realtà ciclo-ambientaliste di Roma, di dialogare e coordinarsi. In realtà quello che accade sistematicamente è la plateale dimostrazione del madornale livello di immaturità dei delegati delle varie associazioni rappresentate. Piccoli interessi “di bottega”, manie di protagonismo, “cadaveri nell’armadio”, questioni speciose, dietrologie… insomma tutto l’armamentario di inconcludente e sterile polemica visto riproporsi negli anni passati.

L’unica cosa che ci salvi è l’autoironia, così dopo un po’, all’ennesima “evocazione” del fantomatico “Bici Plan” comunale, ho pensato, altro che BiciPlan, qui ci vorrebbe il BiciPlano… ho preso un foglio di carta e l’ho disegnato.

Biciplano(questa, ovviamente, è una versione rifatta al computer…)

Poi, idealmente, ci sono salito sopra e sono volato via… pedalando… via dalle riunioni inconcludenti, dalle chiacchiere a vuoto, da una città incasinata ed ingestibile, da un mondo drogato di petrolio e di velocità, che corre, corre, e non sa nemmeno per andare dove, o perché.

28 thoughts on “Note a margine di una riunione estenuante

  1. Grazie, Magister… cmq. certe riunioni sono veramente, veramente devastanti.
    Vien voglia di mollare tutto e lasciare che le cose vadano definitivamente a rotoli, come pare inevitabile…😦

  2. Ciao Marco,
    parlando con Paolo B. Sabato scorso, parlando dei soliti scazzi in cui si producono i Ciclisti romani, ho ripetuto quello che ho detto anche a te in Caffarella, che cento teste riescono a produrre 100 pensieri diversi ma 0 percorsi portati a termine. Cerchiamo con la santa pazienza di farlo notare, prima o poi qualcuno lo capira’ che cosi’ e fustrante per tutti e 100! Ovviamnte, manco a dirlo paolo B. non era d’accordo :-)…..a questo punto meglio gli “scatti” degli “scazzi” e w la Fuffa!
    Ciao!

  3. eppure il coordinamento serve eccome.
    il metodo di lavro e’ da sperimentare ma
    il ciclista singolo non ha capacita’ di dialogo
    con le istituzioni.

    percio’ pazienza e lavoro
    (cut)

    N.b.: il commento anonimo è stato troncato

  4. Caro “utente anonimo” del commento #4.
    La regola di questo blog è di accettare le opinioni dissenzienti, purché espresse in forma civile. Quello che fai con le tue parti anatomiche non credo riguardi, né interessi, né me né alcuno dei miei lettori. Ti invito a riflettere sul concetto di “decenza” e nel caso si rendesse necessario, fartelo spiegare da qualcuno/a che ne comprenda il significato.

    Cordialmente…

  5. beh ero anonimo perche’ non c’e’ possibilita’ se non sei utente splinder….

    cmq tristissimo che tu abbia troncato proprio la critica sul tuo post anzi MODIFICATO il mio pensiero (eh! non si fa! caro censore)…in cui
    ti segnalavo il qualunquismo strisciante nel tuo pensiero. vedo che sei aperto alle critiche!

    beh era la prima volta che passavo di qui credendo di aver trovato un altro sito devoto (anche) alla bici ma trovo ben altro: autoreferenzialita’, e la rete ne e’ gia’ piena, grazie.
    pazienza, non ti manchero’ di sicuro.

    buone censure…sciaooo

    Cif

    ps: se sei cosi’ suscettibile (ma poi che t’ho detto? solo occhio al qualunquismo…e che cavolo!) non li attivare i commenti.
    si chiamano infatti commenti, non leccate a qualunque cosa si scriva.

  6. Allora, cominciamo dall’inizio.
    Questo è un Blog personale, ovvero uno spazio “pubblico fino a un certo punto”. Questo è il motivo per cui certe considerazioni e sconforti personali li scrivo qui e non su RomaPedala. Quello è uno spazio pubblico, questo no.
    E’ pubblico perché chiunque può leggere e commentare, lo è “fino a un certo punto” perché mi riservo di decidere cosa voglio che ci sia su e cosa no.
    Ho letto il tuo commento e ne ho preso atto, non mi è piaciuto e l’ho tolto. Punto.
    Può piacerti o meno, e non pretendo certo che ti piaccia, ma è così.

    Punto secondo: ci conosciamo?
    Questo perché magari dalle persone che conosco certe considerazioni scatologiche potrei al limite accettarle, ma da uno che non si firma, no.
    (la mia idea di decenza è diversa dalla tuo, fattene una ragione e datti pace. Non migliore o peggiore: diversa).

    Hai scritto che eri “anonimo” perché “non utente splinder”. Che vuol dire?
    Forse che se scrivi una lettera a mano non la firmi perché non sei “utente splinder”?
    Poi ci ripensi e ti firmi “Cif”… Ma che sto discutendo con un detersivo???

    Concludo con la risposta all’ultima domanda: “cos’avevi scritto di così indecente”. Accade che le persone suscettibili ed autoreferenziali come me non riescano proprio ad essere entusiaste dell’idea di qualcuno che usi un proprio “parto della fantasia” (per quanto insignificante) ai fini igienici che tu hai suggerito, peraltro poco velatamente. Accade che io abbia fatto la stessa cosa (anzi, anche meno) del tuo “commento” e anche tu non ne sia rimasto propriamente entusiasta. Forse è qualcosa che puoi comprendere.

    Concludo questo commento chilometrico rimandandoti (ma non sei certo obbligato) alla lettura del prossimo post, in cui tratterò di come penso di gestire e organizzare questo spazio, gestione dei commenti inclusa.

  7. Poi ci ripensi e ti firmi “Cif”… Ma che sto discutendo con un detersivo???

    che dire? davvero simpatico (e nooo: non offensivo! non cafone!…vabeh ma sei nel tuo blg fai quel che vuoi, bravo, hai ragione, bravo)

    Concludo questo commento chilometrico rimandandoti (ma non sei certo obbligato) alla lettura del prossimo post, in cui tratterò di come penso di gestire e organizzare questo spazio, gestione dei commenti inclusa.

    no grazie, infatti poco mi interessa:
    anche il regolamento mo mi devo leggere?
    ma vaaaaaaaaaaaaaa

    un po’ piu’ di spirito e di tolleranza: sei nella rete. non nel buio della tua cameretta o sui fogli del diario.

    ciaociao

  8. Guarda, ti chioso: “un po’ meno di supponenza e cafonaggine: sei nella rete. non nel buio della tua cameretta o sui fogli del diario.

    Se non ti è ancora chiaro come vieni percepito in questo contesto forse ti può essere utile QUESTO LINK.

    N.b.: ulteriori commenti non firmati saranno letti e cestinati.

    ciaociao

  9. sbagli a percepirmi come troll.
    la penso solo diversamente da te e cio’ ti irrita, il che e’ molto divers dal trollare.

    Mario

  10. Ciao Mario (finalmente posso chiamarti per nome!), spero davvero di aver sbagliato ad averti percepito come troll, ed infatti questo tuo ultimo commento avvalora la tesi opposta. Peraltro direi che tu sbagli a percepirmi come un qualunquista solo per aver letto un post “sconfortato”. Alla fin fine a quella riunione ci sono pur andato, e pure a titolo personale (il che significa che nessuna delle associazioni di cui faccio parte mi ha chiesto di farlo), come pure mi sono fatto carico dell’onere di collaborare con i municipi in cui abito e lavoro (puoi verificare sul sito di Roma Ciclabile).
    Comunque sono contento di continuare a leggerti, sono convinto che una volta “messe a punto” le modalità comunicative potremo avere un confronto reciprocamente utile.🙂

  11. Umm, lascia perdere i Ciclonauti (per altro al momento non risulti far parte dell’associazione, visto che non hai rinnovato la quota per il nuovo anno), mi riferivo alla tua ALTRA associazione…

  12. emmammamia, povero pierfa lo state massacrando! ^_^

    intervengo per dire che concordo con la politica adottata dal Pierfranco riguardo la possibile “censura” di commenti o porzioni di commento che siano palesemente fuori luogo e non firmate.

    Anzi… il mio lato intollerante, che trovo molto interessante (citazione!), mi dice che stai dando fin troppo spago all’uomodetersivo!

    per il resto… attendo fiducioso un appuntamento GSA e ti auguro buon anno sabbatico dalle attività associazionistiche! ^_^

  13. Grazie ugasoft, riprenderemo il discorso GSA appena il clima stiepidisce. Meno male che ci sei tu a difendermi dagli amici “molesti e spammatori”…😛

    P.s.: Oltre, perché non hai più un “avatar” da mesi?

  14. Già! Nel frattempo ti segnalo che ancora non mi hai risposto alla domanda/dubbio. Per onestà nei confronti di chi ti legge, forse dovresti chiarire il punto (invece di spostare la discussione verso altro).

    Francamente non capisco la tua ritrosia!
    😉

  15. Alberto, scusa se te lo faccio notare, ma non ci vuole un genio per capire che se metti in discussione pubblicamente l’onestà e la buona fede di una persona, dopo un po’ quella persona se ne risente…😦

    Posso capire le tue perplessità rispetto al fatto che non ho “troncato” le mie frequentazioni con Ruotalibera e continuo a collaborarci, ma non puoi continuare indefinitamente a comportarti come se stessi tramando chissà quale complotto segreto ai danni dei ciclisti romani… che ne pensi?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...