Browsers e Templates

Il post di oggi è un post di servizio, ho dovuto cambiare il Template del Blog (dicesi, l’aspetto con cui appare) perché per qualche stra#ç@§!!! di motivo quello precedente non veniva visualizzato correttamente da Internet Explorer 6 (ringrazio Piero per la segnalazione).
Terrò questo finché non risolvo il problema, spero di scovare la magagna e quindi poter tornare al precedente quanto prima.

Update – 19 gennaio 2007
Magagna scovata (trattavasi di un bug di Internet Explorer, a detta dei tenutari di Splinder) e, apparentemente, sanata. Il problema più grosso è stato il non poter riprodurre sulla mia macchina il difetto, dal momento che ho un Mac.

P.s.: a margine di tutto questo segnalo il tempo inutilmente perso in una scorribanda interminabile su siti di templates vari e più o meno improbabili, chi ha proprio voglia di farsi del male può comodamente usare Google per andarseli a cercare…

Annunci

4 thoughts on “Browsers e Templates

  1. Ciao caro Marco, sono Fabrizio, quello del teatro, o meglio quello che veniva al teatro, visto che ho temporaneamente archiviato il file teatro per altri meno divertenti lavori in corso. Cercherò ogni tanto di collegarmi e se potrò, per l’argomento trattato, ben volentieri parteciperò a scambi di idee. Nel frattempo mi faceva piacere salutarti e farti i miei complimenti per questo blog. Un abbraccio e a presto

  2. Ciao Fabrizio, sono contento di leggerti, un po’ meno di sapere che hai dovuto interrompere i laboratori di teatro… spero che i “lavori in corso” siano temporanei e di breve durata.

    Btw, un dubbio me lo lasci, quando scrivi: se potrò, per l’argomento trattato, parteciperò volentieri a scambi di idee… mi stai dicendo che fin qui ho scritto cose poco interessanti o troppo astruse? 🙂
    Ti abbraccio.

  3. Ciao Marco. Adesso visualizzo bene anche con Explorer 6…..
    Se potrò, per l’argomento trattato, parteciperò volentieri a scambi di idee!………. 🙂
    Ho letto il tuo ultimo post, come al solito scritto bene , ma se c’e’ un genere di cui proprio non so nulla e’ quello della fantascienza che si ferma, per quel che mi riguarda a J. Verne! Magari se un giorno recensirai qualcosa che mi incuriosira’ potrai aiutarmi a colmare questa lacuna!
    Ciao!

  4. Beh, Verne non è certo l’ultimo degli autori pubblicati… ad essere pignoli alla sua epoca il termine fantascienza ancora non esisteva! 🙂
    Detto questo il post ragionava sulla percezione del futuro, che è sì materia portante della narrazione fantascientifica, ma anche fatto sociale che riguarda tutti noi.
    Cercherò di spiegarmi meglio in un prossimo post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...